sabato 11 gennaio 2014

Tu sei il mio figlio, tu sei la mia figlia diletta

Rupnik, Battesimo di Gesù, Chiesa di Santa Maria Madre della Chiesa, Zaragoza

Mt 3,13-17
In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui.
Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.
Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

Nell'esperienza profonda e personale di Madre Elisabetta, ella si sente dire "Una mattina dopo comunicata intesi: Tu sei la mia figlia diletta nella quale ho poste le mie compiacenze, ma i figli diletti molto hanno da soffrire. Vedi il mio Gesù cosa sofferse!. E qui conobbi il Padre." Diario n.18

Il Padre dice ad ognuno di noi "Tu sei il mio figlio prediletto!" 

Buona e Santa Domenica

Sieger Koeder, Battesimo di Gesù



Nessun commento:

Posta un commento