martedì 4 marzo 2014

E' l'ora del risveglio!

«Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà» (2 Cor 8,9).

La Quaresima è oramai alle porte e due riflessioni ci possono aiutare ad entrare in questo tempo "forte", in cui siamo chiamati a indirizzare le nostre energie in vista di un cambiamento del nostro modo di pensare e di agire, ad essere responsabili verso la miseria umana, per diventare misericordiosi e operatori di misericordia. Il Papa sottolinea bene come tutto ciò sia possibile nella misura in cui riconosciamo Cristo, che si è fatto povero nei Sacramenti, nella sua Parola e nella Chiesa: da questa fonte attingiamo, e non dalle nostre ricchezze, per "guardare le miserie dei fratelli, a toccarle, a farcene carico e a operare concretamente per alleviarle"....farsi ascolto dell'altro, prossimi e servi (diakonìa) e testimoniare Cristo.

Facciamo nostra l'invocazione del Papa: "Lo Spirito Santo, grazie al quale «[siamo] come poveri, ma capaci di arricchire molti; come gente che non ha nulla e invece possediamo tutto» (2 Cor 6,10), sostenga questi nostri propositi e rafforzi in noi l’attenzione e la responsabilità verso la miseria umana, per diventare misericordiosi e operatori di misericordia."

Per leggere il messaggio per la Quaresima di papa Francesco clicca qui
Per leggere l'articolo completo di Enzo Bianchi clicca qui

Nessun commento:

Posta un commento