martedì 23 dicembre 2014

Scelta di campo....


«Francesco vedeva nel Natale la festa delle feste (Cf. 2Cel 199). Nel 1223, a Greccio, egli volle farsi “bambino col Bambino” (2Cel 35), ricordando a tutti lo straordinario evento dell’Incarnazione. Il singolare modo di comunicare che scelse nella circostanza non costituiva certo una novità…il significato era inequivocabile: il mistero dell’Incarnazione e il sacrificio eucaristico, saldamente uniti nella celebrazione da lui voluta (l’Eucaristia fu celebrata sulla mangiatoia che era stata fatta appositamente preparare per l’occasione) attestavano l’irrevocabile scelta di campo da parte di Dio.» liberamente tratto da Francesco, un nome nuovo di Felice Accrocca

Buon Natale, che il Salvatore, Colui che ha scelto di donarsi a noi (fino a farsi pane!), possa essere Luce nella tua vita e segno inequivocabile dell’amore di Dio….Amore per ciascun uomo di questa terra, nessuno escluso. Che sia un tempo di gioia, la Sua gioia, per tutti!


Nessun commento:

Posta un commento