mercoledì 4 novembre 2015

25 anni fa a Roma...

Cari Giovani!
Venticinque anni fa la nostra fondatrice Elisabetta Vendramini veniva proclamata beata a Roma da papa Giovanni Paolo II.

Cosa può significare per noi Elisabettine? Cosa può dire alla nostra vita?
Di certo per noi è stata ed è una grande gioia che la Chiesa abbia riconosciuto che la sua vita è per noi un esempio da imitare....ma credo che grande sia anche l'invito ad essere noi stesse sante, nella quotidianità della nostra vita, guardando a Gesù Crocifisso, e mi piace dirlo con le sue parole:

"Sovvieni, sorella mia, che non abbiamo la vita che per usarla a santificarci ed a servire quel Dio che per tali motivi patì e morì sull'infame patibolo della croce; ed a noi una disattenzione, una paroletta, un abbassamento dell'amor proprio tanto ci sono pesanti? Ah, che il mirare Gesù in croce, non come si fa da molti di passaggio e senza riflessione, dà all'anima brame di ricopiarlo per non essere un dì da Lui maledette con quel terribile: non vi conosco. Animo perciò, sorella mia, a ben considerarlo, a ricopiarlo ed a goderlo di poi. Opera e vivi." (dall'Epistolario di Elisabetta Vendramini E202)

A questo link il video "Il cuore dell'uomo è il cuore di Dio", in cui si racconta la storia di Madre Elisabetta e delle suore Elisabettine!

sr Anna sfe

Nessun commento:

Posta un commento