giovedì 24 dicembre 2015

Il Signore ha mandato la sua misericordia

Greccio - Sieger Koeder 
“Esultate in Dio nostro aiuto,
elevate il vostro canto di giubilo al Signore Dio, vivo e vero con voce di esultanza.
Poiché il santissimo Padre celeste, nostro Re dall’eternità, ha mandato dall’alto il suo Figlio diletto ed egli è nato dalla beata Vergine santa Maria.
In quel giorno il Signore ha mandato la sua misericordia,
nella notte si è udito il suo cantico.
Questo è il giorno fatto dal Signore: esultiamo e rallegriamoci in esso,
poiché il santissimo bambino diletto ci è stato donato”

(san Francesco, Vespro di Natale – FF 303)


Carissimi Giovani,

facciamo nostro l’invito di san Francesco a esultare e lodare il Signore, che ha posto la Sua dimora nella nostra storia umana, abitandone anche i recessi più oscuri e dolorosi, perché possiamo incontrarLo e fare esperienza della Sua misericordia.

Sì, viviamo nella gioiosa certezza che “si sono manifestati la bontà di Dio, salvatore nostro, e il suo amore per gli uomini(Tt 3,4) e, celebrando il Natale, contempliamo la scena di un Dio che si è fatto piccolo e indifeso, per essere accolto dalle nostre mani, nelle nostre vite, nella storia umana.
Un Dio che facendosi piccolo, umile e povero, si espone anche al rifiuto, in quella vulnerabilità dell’amore, che non può non rispettare la libertà. La libertà della nostra risposta.

Anche a me, a te, ad ogni fratello e sorella oggi il Signore chiede la disponibilità ad accogliere questo Dono, a riconoscerLo nel prossimo, anche quello più povero, umiliato e indifeso, per permetterGli di incarnarsi nei nostri gesti, parole, pensieri e atteggiamenti.

Alimentiamo il desiderio di questo Dono e sia questo il Natale che ci rende lieti nel Signore!


Sarà davvero un … BUON NATALE!
sr Ilaria, sr Barbara e sr Anna

Nessun commento:

Posta un commento