mercoledì 29 giugno 2016

Da apostoli a testimoni!

Oggi festeggiamo i grandi apostoli Pietro e Paolo, due colonne della Chiesa, due uomini molto diversi, con storie opposte, ma con in comune Gesù Cristo.
Questa mattina riflettevo sul percorso della loro vita, aiutata dalla liturgia cominciata ieri con la celebrazione dei Primi Vespri, e accompagnata in questo cammino ho riconosciuto anche un pezzettino di storia di Elisabetta Vendramini, proprio così!

Pietro è da Betsaida, chiamato da Gesù lì dove lavorava, la sua chiamata è chiara "Venite dietro a me"...e subito lasciarono le reti e lo seguirono (cfr. Mc 1, 16); ma poi Pietro diverrà testimone, testimone della Buona Novella di Gesù e pastore della Chiesa nascente, fino a dare la vita a Roma. Pietro da Betsaida, Pietro di Roma.

Paolo è da Tarso, grande persecutore dei cristiani, viene chiamato da Gesù già Risorto ad "essere lo strumento scelto perchè porti il suo nome dinanzi alle nazioni" (cfr. At 9, 10 ss.); e convertito compirà molti viaggi e diffonderà la Parola che è Gesù stesso fino a Roma, fino a donare la sua vita, perchè Lui sia conosciuto. Paolo da Tarso, Paolo di Roma.

Elisabetta nella sua Bassano del Grappa appartiene a una famiglia nobile, ha grandi desideri nel cuore, ma la chiamata di Dio è più forte, e dopo molti anni, dubbi, sofferenze, capisce che la sua vocazione non è il rimanere, ma il partire per Padova, e qui costituire una piccola comunità di terziarie francescane, per testimoniare l'amore Misericordioso che lei ha ricevuto e che non può non restituire, riconoscendo nei poveri il volto stesso dell'Amato. Elisabetta da Bassano, Elisabetta di Padova.

E tu, da dove vieni...e di dove sei? 

Ogni Bene in Lui! 
sr Anna




Nessun commento:

Posta un commento